Vite corsive by Marco Nundini
(Italian Edition)

No critic rating

Waiting for minimum critic reviews

Synopsis

The digital revolution of the 21st century has almost totally cancelled cursive writing, turning those characters so dear to older generations into incomprehensible hieroglyphics. For this reason the young detective Loreta Assensi is forced to call for help to solve an unusual case of murder. The only clue is a yellowed letter written in cursive hand which the victim, the antique dealer Roberto Trentin, holds tightly closed in his hand. The son of Italian immigrants in Argentina, Roberto Trentin is the unaware victim of an obscure secret. A secret that he does not even imagine, a secret hidden in the folds of the letters his ancestors used to send one another for decades from opposite sides of the ocean. What Loreta Assensi needs is a philographer, a university professor and researcher, who is still able to interpret cursive hand. Together they embark on a journey, not only a geographical but also a temporal one, from the banks of the River Adige in Verona to the shores of the Rio Parana in Argentina. An unusual crime and police story with a noir hue, this tale foresees a world where the past will soon be giving way to new ephemeral ways of communication without paper, without ink.
   La rivoluzione digitale del secondo millennio ha ormai cancellato il corsivo, il ductus della scrittura, trasformando quei caratteri tanto cari alle passate generazioni in geroglifici incomprensibili. Per questo motivo il giovane ispettore Loreta Assensi, poco più che trentenne, è costretta a chiedere aiuto per risolvere un insolito caso d'omicidio. Insolito a partire dall'arma, perché chi ha ucciso lo ha fatto con i fiori. Insolito perché l'unico indizio è un'ingiallita lettera vergata a mano che l'antiquario veronese Roberto Trentin tiene stretta nel suo letto di morte. Figlio di italiani immigrati in Argentina, egli è la vittima inconsapevole di un'oscura verità. Un segreto che nemmeno lui conosce. Un segreto nascosto tra le pieghe della scrittura, tra le missive che per decenni i suoi avi hanno spedito da una sponda all'altra dell'oceano. Ad aiutarla è un docente e ricercatore fuori dalle righe e dal tempo: il Filografo. Sarà proprio lui a farle intraprendere un viaggio che la porterà dalle rive scaligere dell'Adige sino alle sponde del Riò Paranà, passando dalle campagne di Riese, sfiorando i nebbiosi vigneti del Piemonte. Non solo un giallo dai riflessi noir, ma il presagio di un mondo il cui passato presto svanirà nell'effimera vita di uno stile di comunicare senza più carta, senza più inchiostro.
 

About Marco Nundini

See more books from this Author
 Marco Nundini, reggiano di nascita e veronese d’adozione, ha firmato per le maggiori riviste italiane di viaggi e turismo (Gente Viaggi, Panorama Travel, Qui Touring, Oasis, Traveller Condé Nast, Plein Air, Itinerari e luoghi) reportage da ogni angolo del pianeta. Nel 1999 ha ricevuto in Messico il premio giornalistico “Pluma de Plata”, quale autore del miglior reportage sul paese in lingua italiana. Giornalista pubblicista da oltre un decennio ha coordinato l’area iniziative speciali del mensile Itinerari e luoghi per cui ha curato diverse pubblicazioni. Per la stessa testata ha firmato una rubrica dedicata ai temi del viaggio per una decina di anni. Si è occupato di contenuti web ed ha collaborato alla realizzazione di diverse guide per editori specializzati e tour operator. Dal 2008 si dedica alla scrittura creativa. Ha pubblicato i romanzi polizieschi Vite Corsive e Maxima Culpa che vedono la giovane ispettrice veronese Loreta Assensi quale protagonista di intricate vicende in giallo.
 
Published April 17, 2013 by Marco Nundini - ilFilografo. 194 pages
Genres: Mystery, Thriller & Suspense, Literature & Fiction, Crime. Fiction

Rate this book!

Add Review
×